Occhiali da sole Dita: quando la qualità abbraccia l’eleganza

Gli occhiali da sole sono un oggetto di grande attrattività per tutti i noi. I modelli sono innumerevoli. Forme e finiture si rincorrono per dare quel tocco di novità e di unicità che ci piace indossare. La moda, del resto, sforna soluzioni differenti di giorno in giorno, regalando colori che fino a un attimo prima magari nemmeno sarebbero stati presi in considerazione, materiali innovativi di grande effetto e abbinamenti che attirano non solo il nostro sguardo, ma anche quello di coloro in mezzo ai quali passiamo.

Il livello dei prodotti è il vero passaggio da attenzionare. Il mercato, e lo sappiamo bene, offre occhiali di vario genere, uno spettro tanto vario da non avere quasi confini considerate le innumerevoli proposte cui è possibile accedere. Come fare a districarsi in questa dedalo di novità? Un primo necessario passaggio riguarda le lenti che, specie per coloro che hanno problemi di vista, rivestono il carico più importante in termini di necessità di una valutazione efficace.

Una volta individuata la soluzione, per te che vuoi abbinare qualità ed eleganza in un unico oggetto da indossare quotidianamente, la ricetta è semplice. Trovi tutti i modelli di occhiali da sole Dita da Zadalux, un vero e proprio riferimento del settore capace di rispondere a qualsiasi tua richiesta.

Un marchio di qualità, la miglior strada da percorrere

C’è un campo, ed è quello degli occhiali da sole, dove la quantità di soluzioni sul piatto fa quasi paura per il numero di ipotetiche varianti in campo. Fare il conto di quante e quali siano le proposte è pressoché impossibile; verificare puntualmente le differenze di qualità e stile tra le varie realtà esistenti ancor più, a meno di non essere dei veri esperti della materia.

Quello che nacque come uno strumento di protezione degli occhi e della vista, l’occhiale da sole, si è poi pian piano sviluppato anche in altre direzioni, peraltro non sempre rispettando alla lettera il dettame originario.

Non tutti i prodotti, in fondo, sono uguali. Ciò significa che necessariamente diventi imprescindibile trovare un marchio di fiducia, cui ci si possa affidare senza timori e, a quel punto, trovare all’interno della sua gamma di proposte il prodotto giusto per le nostre esigenze.

Gli occhiali da sole Dita, in questo contesto, rappresentano un faro che può aiutare davvero a uscire dal mare aperto del mercato di settore. Affidandosi a questo nome, infatti, per prima cosa si ha la certezza che il modello scelto, qualunque esso sia, sia affidabile in termini di materiali, finiture e linee, un mix di competenza e gusto che sicuramente ci consentirà di ottenere soddisfazione rispetto al risultato che abbiamo in mente di raggiungere.

Gli occhiali da sole, inutile nasconderselo, sono passati dall’essere un oggetto protettivo in senso stretto per trasformarsi progressivamente in un elemento distintivo del nostro look, del nostro modo di essere, di comportarci. Da questa consapevolezza nasce la necessità di chiarirsi bene le idee prima di mettersi di fronte alla scelta del prodotto. Differentemente, il numero di possibili scelte è tanto e tale da metterci in difficoltà. Piacevole, in questo preciso caso, ma pur sempre tale.

I mille volti di un settore di grande richiamo

Acquistare un paio di occhiali da sole non è un’azione da compiere alla leggera. Ancorché spesso e volentieri non ci si pensi poi troppo su, la protezione degli occhi è un punto nodale, in assenza del quale qualsiasi altro parametro diventa superfluo.

Bene l’eleganza, importante l’estetica, tutti da scegliere i materiali e le finiture, ma questo complesso intreccio di caratteristiche a poco o nulla servirebbe in assenza della qualità della lente da montare. Gli ottici di questa consapevolezza ne fanno spesso una battaglia, pronti a dispensare consigli che abbinino sì la bellezza nell’accezione più ampia del termine alla bontà della proposta protettiva.

Gli occhiali da sole Dita, sotto questo aspetto, assicurano tutta la serenità di cui abbiamo bisogno, quel sublime piacere di indossare un prodotto bello, unico, inimitabile e, al contempo, di sapere che le sue caratteristiche si sposano benissimo con la necessità di proteggere la vista.

Quando i due campi si sovrappongono non può che nascere la miglior soluzione possibile, con la certezza per il cliente finale che qualunque proposta sia da lui scelta abbia in sé tutto ciò che serve in termini di valore, affidabilità e sicurezza.

 

Onassis occhiali, tra lusso e prestigio: perché sceglierli

Gli occhiali, che siano da sole o da vista, rappresentano un accessorio di stile di tendenza a cui è difficile rinunciare. Oltre alla sua funzione principale, ovvero proteggere gli occhi e apportare benefici a tutte le persone che hanno problemi alla vista, possono essere indossati per completare un look, per sentirsi più a proprio agio con la propria immagine e molto altro. In commercio ci sono tanti modelli di occhiali, da quelli più sobri a quelli più particolari, la collezione di occhiali Onassis può accontentare un po’ tutti perché rappresenta stravaganza ma anche nostalgia verso un’epoca passata, come quella della Belle Époque. Le linee di Onassis occhiali sono senza tempo, adatte davvero a tutte le età, grazie ai colori alla moda e materiali resistenti e innovativi. Gli occhiali hanno uno stile vintage, senza rinunciare però ad un tocco moderno, in modo da rimanere al passo con i tempi.

Bellezza senza tempo con Onassis occhiali

Il termine “Onassis occhiali” deriva dal suo creatore, ovvero Aristotele Onassis, che vive la sua vita con il suo unico e singolare occhiale. Si tratta di una persona particolare, con un carattere magnetico e una mentalità visionaria, sapeva catturare l’attenzione di molti e l’occhiale che indossava rifletteva ciò che era. Quando compriamo un oggetto, scegliamo di sostenere anche la sua storia e quella di Onassis è senza dubbio di successo. Aristotele proveniva da una famiglia della Turchia e scappò in Argentina ancora giovanissimo, dove venne assunto come telefonista. Iniziò a fare investimenti e mano a mano diventò console generale greco, per poi acquistare navi mercantili. Il suo fiuto per gli affari lo portò ad avere successo velocemente, senza mai rallentare. In tutte le sue foto appare con indosso degli occhiali davvero caratteristici, con una montatura da vista a forma ovale e con aste alte, che diventò col tempo l’occhiale Onassis.

 

Dato che questo modello è diventato sempre più apprezzato, col tempo venne riproposto in diverse varianti, con colori sgargianti, dal giallo al marrone. Anche la forma è cambiata andando avanti, la montatura è diventata sempre più ovale e le aste più sinuose, a seconda del modello. Ad oggi troviamo Onassis occhiali in tantissime proposte diverse, con un tocco vintage ma all’avanguardia, per assecondare i gusti attuali. Chiunque ami occhiali con forme tondeggianti, sobri ma allo stesso tempo particolari, sceglie Onassis. Questo marchio trasmetta sicurezza, storia, stile e coraggio, e continua ad evolversi portando sempre delle novità, senza perdere però il fascino retrò che è ciò che lo caratterizza. Gli occhiali Onassis si possono acquistare anche facendo shopping online, possiamo trovarli in offerta o con colorazioni che in negozio non sono disponibili, ma il consiglio è quello di provarli per vedere se ci piacciono.

Occhiali sartoriali per chi vuole distinguersi

Ci sono tanti tipi di occhiali, ognuno deve scegliere quelli che più lo rappresentano, così da sentirsi a proprio agio in ogni occasione. L’occhiale Onassis prende ispirazione dal famoso Aristotele Onassis e dalle foto che gli sono state scattate nel corso della sua vita. Un occhiale sartoriale, magnetico e senza tempo, capace di donare ad ogni persona un certo charme. Una montatura importante lascia il segno, è riconoscibile, grande, alle volte quasi ingombrante, ma sicuramente non passa inosservata. C’era un tempo in cui le persone, soprattutto gli adolescenti, si vergognavano ad indossare gli occhiali perché era ritenuto un accessorio da secchioni. Oggi invece l’occhiale va di moda, più le montature sono grandi e spesse meglio è, ognuno sceglie il proprio stile, sia per un problema alla vista sia per riparare gli occhi dal sole. La lente è fondamentale, ma sempre più persone considerano prima l’estetica, acquistando un occhiale di marca, bello e che possa valorizzare la loro immagine.

Aristotele Onassis era chiamato “Il magnate greco” e nel tempo sono state create diverse opere e film per onorare la sua persona. Gli occhiali Onassis prendono ispirazione dagli anni ‘60 e dal modo in cui lui stesso portava l’occhiale, come se senza non potesse esistere, perché divenne un suo tratto personale. Indossare occhiali con una montatura così grande e spessa in modo elegante non è da tutti, è facile cadere in uno stile eccentrico. Questi occhiali permettono di avere un look vivace, ma senza rinunciare alla raffinatezza.

Elettrodomestici che ancora non possiedi nella tua cucina

Stai pensando di rinnovare la tua cucina? Oppure ti stai preparando ad affrontare un trasloco e ti stai chiedendo quali siano gli elettrodomestici che ancora non possiedi nella tua cucina?

Infatti, trasferirsi in una nuova casa comporta sicuramente molto stress; tra il lavoro e lo studio difficilmente si riesce ad avere tempo a disposizione per andare alla ricerca nei negozi specializzati in elettrodomestici. Grazie alla nostra guida, questo non sarà più un problema: in questa pagina troverai tutto ciò che ti occorre per capire quali siano degli elettrodomestici da possedere assolutamente nella tua cucina.

Eliminando gli essenziali, infatti, come frigo, forno, freezer e lavatrice, ti sarai chiesto cosa manca alla tua casa per avere, magari, quel tocco un po’ più adulto e fine. Sono passati i giorni in cui ti aggiravi in una cucina con il minimo essenziale, dove la macchinetta per il caffè sembrava l’unico aggiornamento possibile.

Tra friggitrici ad aria controllabili tramite applicazioni, frigoriferi connessi ad internet e penne 3d per stampare caramelle – sì, esistono davvero – la nostra realtà assomiglia sempre di più ad un buffo film di fantascienza. Ma, a meno che tu non sia un super appassionato di elettrodomestici futuristici e high- tech, riteniamo che ce ne sia uno fondamentale per la tua casa: la cantinetta vino.

Sia che tu te ne intenda di vino, che tu sia un collezionista affezionato o un bevitore occasionale che ama bere il vino al massimo della sua freschezza, è indispensabile investire in una cantinetta vino: tramite questo acquisto manterrai le tue bottiglie fresche e al sicuro.

Ad esempio, l’acquisto di una cantinetta vino potrebbe essere l’opzione ideale, coniugando design ed estrema funzionalità. Che siano minute o imponenti, aggiungono quel tocco di eleganza alla tua cucina. Potreste pensare di tenere le vostre bottiglie di vino in un ripostiglio, o addirittura giù in cantina, ma perché non metterlo in bella mostra? I vostri amici rimarranno stupefatti della temperatura del vino quando gli verrà servito. Questo perché le cantinette vino mantengono la temperatura ideale, e aggiungono quel tocco in più all’estetica casalinga.

Non hai abbastanza spazio per posizionarne una in cucina? Non ti preoccupare: la risposta ideale per te è la cantinetta vino ad incasso. La cantinetta ad incasso più verrà posizionata in profondità, più verrà protetta dall’umidità e dalle vibrazioni interne della cucina – pensiamo solo all’atto di chiudere e aprire uno sportello o un frigo – ed esterne. Se dovessi avere poco spazio nella tua cucina, la cantinetta ad incasso farà sicuramente al caso tuo.

Fai attenzione, però, poiché ci sono dei punti specifici della cucina in cui le cantinette vino non possono essere installate. Indubbiamente dovrai evitare un angolo che venga colpito dalla luce, sia diretta del sole che quella artificiale della lampadina. Le luci potrebbe causare il deterioramento del vino e, inoltre, far sbiadire le tue preziose etichette.

Dunque, una cantinetta vino è perfetta per chiunque voglia godersi il vino – e la vita – un po’ di più. Questo piccolo lusso sarà una grande miglioria per ogni amante del vino proprio perché semplifica molto la vita. Tramite opzioni sul mercato come delle cantinette vino normali o ad incasso, la tua casa prenderà un nuovo colore. Preferibilmente rosso!

Cenone di Capodanno per tutti i gusti: ecco i migliori ristoranti romani

Il Capodanno è una delle feste più attese, le persone si apprestano a dare definitivamente addio all'anno appena trascorso e si preparano a viverne uno tutto nuovo.
Ci sono tanti e diversi modi per poter trascorrere questa festività soprattutto se ti trovi in una città che offre tante opportunità come Roma.

Cosa fare a capodanno 

Cosa fai a Capodanno? Questa è la domanda con cui bisogna fare i conti ogni anno man mano che il 31 Dicembre si avvicina.
Uno dei momenti più classici di questa festività è sicuramente il cenone.
La famiglia si riunisce a casa e insieme si aspetta la mezzanotte per poi dare inizio ai festeggiamenti.
Non tutti però amano stare ai fornelli durante le feste ma preferiscono uscire di casa per non avere pensieri ed è per questo motivo che sono molto richiesti e ricercati, anche, i ristoranti per capodanno.
Per la scelta del ristorante giusto bisogna tenere in considerazione diversi fattori come la zona e dalle esigenze che si hanno.

Ristorante per capodanno Roma

Roma è una città molto grande e di conseguenza offre diverse soluzioni per ogni tipo di esigenza.
Infatti è possibile trovare in questa città offerte che riguardano:

  • cena con spettacolo, se si cerca un ristorante che sappia fondere gusto e intrattenimento;
  • capodanno per bambini, se si cercano ristoranti dove anche i bambini potranno trovare un intrattenimento adatto a loro permettendo ai genitori di godersi una serata in tranquillità;
  • capodanno per famiglie;
  • capodanno romantico, soprattutto se ci si ritrova in città particolarmente adatte a questo tipo di serata, come ad esempio Roma, che offre paesaggi e panorami davvero suggestivi;
  • cenone per celiaci, sono sempre numerosi i ristoranti sensibili a questo tipo di problema e per questo è sempre più comune trovare ristoranti che propongono menù senza glutine per permettere anche ai celiaci di poter passare la sera del cenone di capodanno al ristorante.

Nello specifico i ristoranti che possono offrire questo tipo di servizio sono:

  • Ristorante Colossal;
  • Esposizioni;
  • Exe;
  • Ristorante Geco;
  • Ristorante Hespresso;
  • Voice Resturant;
  • Eur City;
  • Giolitti Eur;
  • Castello Miramare Maccarese;
  • Casa Novecento.

Ovviamente essendo davvero molto vasta, la città di Roma presente anche molti altri ristoranti.

Capodanno multietnico e alternativo a Roma

Solitamente per il cenone di capodanno si predilige spesso una cucina italiana anche se sempre più persone preferiscono una cucina multietnica o fusion in queste occasioni.
Essendo Roma stessa una città multietnica non sarà difficile trovare ristoranti che propongono diversi tipi di cucina anche per la sera del 31 dicembre.

  • Cucina giapponese. Probabilmente tra le varie cucine questa è la più famosa infatti sono davvero molti i locali che offrono servizi di cucina giapponese, sushi e non solo, seguendo la comoda formula dell' all you can eat. Solitamente questi ristoranti sono anche molto eleganti il che renderebbe l'atmosfera ideale per passare una festività.
  • Cucina messicana. Subito dopo la cucina giapponese quella più conosciuta e apprezzata è quella messicana. Un tipo di cucina molto più ricco di sapori e di piatti tipici.
  • Cucina indiana. Un tipo di cucina particolarmente apprezzato da chi ama il piccante e il curry, uno dei piatti tipici è il riso con pollo al curry. Cucina piena di sapori forti ma allo stesso tempo molto salutare, meno grassa rispetto a quella messicana.

Monte Pollino: itinerario e quando andarci

Il Monte Pollino è uno dei monti principali della Calabria e si trova nella zona nord della regione e sconfina con la Basilicata. Questo monte è famoso per la presenza del più grande Pino Loricato d’Italia e il più vecchio di tutta l’Europa, infatti ha circa 1000 anni.

Il nome Pollino deriva dal nome di Apollo, il dio greco. Infatti pare che su queste cime ci fosse la sua dimora. Il pollino è un luogo dove la fauna e la flora sono ricche e variegate e rappresentano il posto ideale dove fare escursioni e sentirsi immersi nella natura incontaminata. È possibile anche incontrare animali come lepri, lupi, gheppi e talpe.

Se vuoi conoscere gli itinerari da fare sul Monte Pollino, continua a leggere questa pagina

Itinerario sul Monte Pollino

Sul Pollino vengono organizzati tantissimi percorsi da fare. È possibile sceglierli in base a quanto abbiamo voglia di camminare, dalla pendenza, dal livello di difficoltà e se con noi ci saranno o meno bambini.

Uno dei percorsi più interessanti è quello che parte dal Colle di Impisio. Il nome significa Impiccato. Infatti questo posto ricorda vicende legate al brigantaggio.

Per arrivarci, dovremo prendere il casello A2 di Campotenese e andare verso Rotonda. Qui ci troveremo proprio ai confini tra Basilicata e Calabria e vedremo una salita, alla fine della quale inizierà il percorso. È facile in questa zona incontrare cavalli a pascolare ma anche bovini che si riuniscono presso una delle sorgenti per bere.

Piano di Vacquarro Alto

Con l’indicazione "IPV2", ci ritroveremo su un sentiero che attraversa il bosco e arriva fino al Piano di Vacquarro Alto. Il sentiero proseguirà adiacente a un piccolo torrente che viene alimentato dalle sorgenti del Monte Gaudolino. Qui la temperatura, anche in estate, è abbastanza fresca. A differenza di molti sentieri che di solito si fanno sulle Dolomiti, questo è quasi completamente all’ombra fresca del bosco. Ammireremo prati verdi, animali liberi e sarà un’esperienza fantastica.

Inoltre, potremo raggiungere la sorgente "Spezzavummola" considerata potabile e qui potremo riempire le nostre borracce.
Piano di Jannace

Questa zona del Pollino comprende molti panorami mozzafiato e tante sorgenti dove poter avvistare animali abbeverarsi. Tra le varie sorgenti, c’è quella chiamata Pitt’Accurc’ che si trova in una vasta radura. Dove incontreremo tanti escursionisti a bere.

Qui l’itinerario diventa un po’ dispersivo perché è impossibile perdersi, quindi molti escursionisti proseguono liberamente. Un percorso da seguire è quello che va verso la Porticella dove il versante della montagna scende più gradualmente. Qui potremo assistere allo spettacolo dei pini loricati. Il consiglio è di rallentare, fermarsi sotto le chiome e godersi la natura.

È risaputo che il bosco cura la mente e tanti disturbi fisici. Molti vengono in questi posti per la forest therapy.
Da segnalare anche le Gole del Raganello che attirano tutti gli appassionati di torrentismo. Si tratta di un vero Canyon che non ha nulla da invidiare a quelli americani. Ogni estate innumerevoli turisti vengono qui a praticare rafting, godendosi scorci e panorami mozzafiato.

Conclusioni

Il periodo ideale per pianificare un'escursione sul Pollino è da marzo a novembre. È sconsigliato in inverno, perché a causa delle alte quote, queste zone sono soggette a forti nevicate e sarebbe davvero complicato seguire gli itinerari nei boschi.

Recuperare il tempo perduto: è possibile?

Il tempo perso è difficile da recuperare, ma non impossibile. Bisogna essere organizzati e avere un piano d’azione ben preciso per poter raggiungere gli obiettivi prefissati ma soprattutto è importante percepire il tempo come una risorsa preziosa da sfruttare al meglio. Ognuno di noi ha delle capacità e delle potenzialità che possono essere messe a frutto solo se si riesce a gestire bene il proprio tempo. Solo se ci si impegna e si lavora con costanza si possono ottenere dei risultati concreti. In questo articolo analizzeremo le richieste della società sull’organizzazione del tempo e poi ci concentreremo sui consigli per recuperare il tempo perso chiedendo supporto ad Emilio Gerboni, psicologo e psicoterapeuta autore del libro LA VITA INIZIA NELLA COMFORT ZONE e fondatore del programma Quiet Circle.

Organizzarsi per recuperare il tempo perduto: le richieste della società

Il tempo è una risorsa preziosa, non rinnovabile e spesso irripetibile. Perdere tempo significa perdere un’occasione che potrebbe non tornare. Ma è possibile recuperare il tempo perso? Certamente sì! Bisogna solo imparare a gestirlo al meglio. Organizzarsi in modo tale da dedicare il giusto tempo ad ogni attività, senza lasciarsi sopraffare dagli impegni. Solo in questo modo sarà possibile recuperare le occasioni ed il tempo perso.

Organizzare il tempo significa imparare a gestire al meglio le proprie risorse, sia materiali che personali. Può sembrare un’impresa difficile, ma in realtà non lo è: basta seguire alcuni semplici consigli e tutto sarà più semplice. Innanzitutto, bisogna rendersi conto di quanto tempo si ha a disposizione e di quali sono le attività più importanti da svolgere. Una volta individuate, bisogna pianificarle in modo da non perdere nemmeno un minuto.

Organizzarsi bene è fondamentale per non perdere tempo, per raggiungere gli obiettivi prefissati e soprattutto per essere più produttivi. La capacità di gestire al meglio il proprio tempo è una qualità che può fare la differenza nella vita di ognuno. Soprattutto oggi, quando il ritmo della vita è sempre più frenetico, bisogna imparare a gestire al meglio le proprie risorse. Il tempo va organizzato in base agli impegni che si hanno: bisogna stabilire priorità e trovare il giusto equilibrio tra lavoro e famiglia. Ognuno ha i propri tempi, ed è importante rispettarli; bisogna anche imparare a dire no alle cose che non sono importanti.

Consigli per recuperare il tempo perso: il parere dell’esperto

E se invece non ci fosse nessuna gara? Se fosse solo la società ad imporci ritmi frenetici e a farci aumentare l’ansia di non essere “in tempo”? In tempo per cosa, ancora non è chiaro. Viviamo la vita correndo, in perenne affanno e l’ansia viene aumentata anche dalle parole di guru che chiedono di cambiare, di rincorrere sogni ed obiettivi.

L’ansia legata al bisogno di realizzare i progetti non solo non fa sentire all’altezza, scatenando la sensazione di non essere abbastanza ma anche una sensazione di essere sul binario sbagliato. Cosa dovresti fare? Imparare ad ascoltarti, ascoltare i tuoi bisogni e soprattutto il tuo ritmo interiore.

Più che a recuperare tempo perduto dovresti imparare a connetterti con te stesso e quindi riuscire a lavorare nella comunicazione con gli altri; imparare a prendere la giusta distanza dalla pressione sociale è la soluzione migliore. Imparare a ragionare su un orologio personale che non ha obiettivi preimpostati dalla società può essere la soluzione migliore per iniziare a vivere bene.

Invece di pensare a ragionare sul tempo perduto, sugli errori del passato e rimuginare su ciò che è già stato, cerca di concentrarti sul presente: inizia da subito a prenderti cura di te, ad ascoltarti, ad assecondare i tuoi ritmi. Qualora tu non riuscissi ad applicare già da subito questo metodo dovresti iniziare a cercare di indagare quale sia il problema che ti blocca, così da trovare la chiave di svolta.

Hai bisogno di un supporto per capire come recuperare il tempo perduto e come settarti su una scansione di tempo e obiettivi più in linea con te? Emilio Gerboni, psicologo-psicoterapeuta direttore del centro Quietmood di Bologna è a tua disposizione con il programma Quiet Circle.

Sudorazione notturna, quali sono le cause

La sudorazione notturna è un evento fastidioso che può causare conseguenze a lungo termine in quanto compromette la qualità del sonno. Dal punto di vista clinico, al netto di eventuali patologie, è possibile fare ben poco. Discorso diverso per le condizioni di contorno, che possono compensare una eccessiva sudorazione notturna e in alcuni casi persino scongiurarla.

Ne parliamo qua, fornendo una panoramica del fenomeno e offrendo qualche consiglio per farvi fronte, con esplicito riferimento ai più piccoli che, come vedremo, ne soffrono più spesso.

Perché la sudorazione notturna

La sudorazione è un meccanismo fondamentale per l’essere umano. E’ infatti lo strumento principale della termoregolazione: quando l’organismo rischia di surriscaldarsi, le ghiandole sudoripare secernono sudore, che altro non è che acqua mista a sali minerali. In questo modo, la superficie del corpo viene raffreddata, e ciò genera un effetto anche internamente.

Ovviamente, si suda quando fa caldo, questa è una banalità. Ma la sudorazione può scattare anche in casi meno ordinari, come gli episodi di stress acuto e la presenza di determinate patologie. Può scattare anche quando il sistema di termoregolazione è fisiologicamente poco efficiente. E’ il caso dei bambini, soprattutto in età prescolare. Le ghiandole sudoripare sono meno efficienti che negli adulti, e quindi può capitare di assistere a eventi di sudorazione intensa. Ciò capita soprattutto durante le ore notturne.

Certo, si segnalano anche cause patologiche o semi-patologiche. Il riferimento è al pavor nocturnus, una sindrome che causa risvegli frequenti, sono estremamente agitati e momenti di veglia caratterizzati da sentimenti di paura e ansia intensa. Tutte condizioni che innescano la sudorazione.

Ovviamente, a incidere è anche una cattiva predisposizione della camera da letto. Se è poco areata e caratterizzata da una temperatura troppo elevata, il rischio di andare incontro a sudorazione intensa aumenta. Anche le lenzuola, il materasso, i vestiti e la biancheria possono favorire la sudorazione. Ciò capita quando i tessuti sono poco traspiranti, e causano quindi un aumento della temperatura corporea.

Come sconfiggere la sudorazione notturna

Il primo consiglio da seguire è indagare la presenza di eventuali cause patologiche. Se la sudorazione notturna è davvero eccessiva, e mette a repentaglio non solo la sua qualità del sonno ma anche la stessa possibilità di dormire, allora potrebbe agire in sottotraccia un fattore patologico. La questione assume una importanza particolare soprattutto per i bambini, che hanno bisogno di molto sonno e di qualità, e che purtroppo vanno spesso incontro a episodi di sudorazione notturna.

Una volta escluse le cause patologiche, è necessario agire sull’esistente, ovvero sulle condizioni della camera da letto. Vale la pena installare condizionatori e ventilatori? Dipende: potrebbero cagionare alcuni effetti spiacevoli, che riguardano il tratto respiratorio superiore. Di certo, è necessario garantire il ricambio dell’aria all’interno della stanza, lasciando le finestre aperte per qualche tempo.

Infine, occorre intervenire sui tessuti a contatto con la pelle del bambino. I pigiamini e/o magliette e pantaloncini devono essere se possibile di cotone, che è per natura molto fresco e traspirante. Tessuti sintetici, per quanto all’apparenza più leggeri, possono interagire malamente con la cute scatenando episodi di sudorazione.

Ovviamente, grande importanza va conferita alle lenzuola e al cuscino. Di nuovo, i materiali devono essere traspiranti, lisci e privi di interlacciature.

Infine, il materasso. Esattamente, anche il materasso può impattare sulla sudorazione. Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Un rimedio semplice e veloce

Ovviamente, il materasso non è a stretto contatto con il corpo. Tuttavia, alcune tipologie all’apparenza d’avanguardia, soprattutto lato articolare, possono causare qualche problema. Il riferimento è soprattutto al materasso memory foam. Genera un particolare sollievo per la schiena, prevenendo disturbi e dolori, ma ha il difetto di “avvolgere” il corpo, impattando negativamente sulla traspirazione. Ciò, a sua volta, causa un aumento della sudorazione notturna.

Per fortuna esiste una soluzione. Stiamo parlando del materasso Switch, che contribuisce a diminuire la sudorazione notturna nei bambini e negli adulti.

E’ un materasso realizzato, tra le altre cose, con l’innovativo tessuto certificato OEKO TEX STANDARD 100, una sorta di cotone organico che garantisce la massima traspirazione. Inoltre, fa a meno del meccanismo Memory Foam, dunque evita di “avvolgere” il corpo. Ciononostante è molto comodo e si adatta alla conformazione della colonna vertebrale.

Il materasso Switch si pone dunque come risorsa a portata di mano, implementabile sempre e comunque.

 

Shopping online, tantissimi vantaggi

Sono tantissimi i vantaggi di acquistare facendo shopping online. Per questo motivo sempre più persone si affidano al web per cercare i loro prodotti preferiti avendo sempre sott’occhio le ultime novità. Fare acquisti online è semplicissimo, molto più facile di recarsi fisicamente in negozio e attendere lungo tempo di fronte alle casse. Sia a livello ambientale che personale, lo shopping online è la frontiera del futuro. In questo articolo vediamo il perché.

Semplicità

Senza ombra di dubbio, uno dei motivi per cui fare shopping online è meglio di recarsi per forza in un negozio fisico è la semplicità di acquistare in questa maniera è facile, perché trovi tutto quello che vuoi quando vuoi e come vuoi. Gli strumenti digitali che utilizziamo quotidianamente ci permettono infatti anche di fare la spesa e comprare tutto quello di cui abbiamo bisogno. Lo shopping online funziona perché semplice, veloce e soprattutto puoi farlo ogni volta che vuoi.

Esattamente come in un supermercato potrai inserire nel tuo carrello tutti i prodotti che desideri. E se hai qualche ripensamento potrai toglierli senza nessun problema finché non sei convinto. Uno dei vantaggi dello shopping online è appunto la tranquillità e la calma grazie alla quale ti puoi prendere tutto il tempo necessario per fare degli acquisti pensati e che ti soddisfano davvero.

Scegliere senza limiti

Lo shopping online permette al consumatore di scegliere tra una quantità infinita di prodotti che possono essere elettronica, libri, ma anche arredamento e abbigliamento. Sul web sono reperibili tutti gli articoli possibili a seconda delle esigenze personali. Fare shopping online ti permette di non spostarti e allo stesso tempo avere sottomano uno dei più grandi centri commerciali del mondo.

Online puoi fare anche la spesa, esistono infatti tantissimi supermercati virtuali dove puoi scegliere tutto quello che ti serve e poi ritirarlo in negozio oppure farlo consegnare direttamente a casa. Comprare online e facile, non avrai nessuno che ti metterà pressione durante la scelta del tuo capo preferito, ti puoi sentire libero di comprare quello che desideri senza ripensamenti. Sono inoltre sempre attivi i servizi di assistenza per chiarire ogni dubbio o domanda. Insomma, hai tutto l’aiuto di cui hai bisogno senza nessuna fretta.

Prodotti di ogni tipo

A volte capita di essere a casa seduti comodamente sul proprio divano e ricordarsi di aver proprio bisogno di quella cosa che magari si trova a chilometri di distanza… Niente paura esistono siti come Shopandsave.it che permettono di avere qualsiasi cosa si desidera a portata di mano, specialmente prodotti elettronici che sono spesso difficili da reperire anche nei normali supermercati. Acquistando online troverai i prezzi resistibili perché non ci sono i costi di gestione molto elevati che invece si trovano nei normali negozi fisici. Tramite il sito Internet i prodotti costeranno molto meno, inoltre troverai delle fantastiche offerte pensato apposta per i clienti più affezionati, quale modo migliore per aumentare il proprio risparmio?

Acquistare online è il futuro, non devi fare nessuna fila per l’acquisto, non devi per forza prendere la macchina e sprecare benzina per recarti ad acquistare un semplice prodotto, puoi trovare diverse offerte pensate a posta per te. Ma i vantaggi non sono finiti qui, puoi acquistare immediatamente tutti i prodotti elettronici e digitali che ti servono, senza limiti e condizioni di spazio. Comprare online e facile, veloce e poi personalizzare il tuo acquisto che è costruito apposta per te. Non devi gestire i contanti e le transazioni sono facili e sicure. Lo shopping online è il futuro perché ti permette anche di monitorare la spedizione del tuo prodotto in tempo reale, in modo tale che saprai quando arriverà e dove si trova in ogni momento. Questa tipologia di shopping consente anche di risparmiare per via della riduzione dei costi del personale, ma non solo, aiuta anche l’ambiente perché in questo modo ci saranno meno spostamenti e meno inquinamento. Insomma, viva lo shopping online.

I migliori 3 strumenti SEO per analizzare la SEO di un sito web

Che la SEO svolga un ruolo fondamentale nel garantire la visibilità di un determinato sito o realtà web è fatto ormai noto, ma non sempre, soprattutto se si è agli inizi, si sa bene come padroneggiarla appieno per i propri scopi.

Indicizzazione, ottimizzazione e posizionamento sono i 3 capisaldi su cui essenzialmente si basa il successo di ogni sito, forum o blog, ecco perché è importante comprendere quali siano i migliori tool disponibili sul mercato per analizzare e possibilmente migliorare la SEO della propria realtà web.

I 3 migliori strumenti SEO

Google Analytics

Google Analytics è forse lo strumento SEO più conosciuto e utilizzato, anche in virtù del fatto che si tratta di un tool completamente gratuito.

Tool SEO realizzato e messo a disposizione da Google stesso, Google Analytics si caratterizza per l’estrema versatilità operativa e per una completezza funzionale davvero in grado di sapere rispondere alle esigenze SEO più disparate tanto del blogger amatoriale quando del professionista affermato del settore.

La stessa interfaccia iniziale è molto user friendly e dopo l’accesso iniziale alla piattaforma che può essere effettuato semplicemente tramite il proprio account Google, sarà già possibile ottenere un’analisi approfondita sul traffico di un sito.

Numero dei visitatori, tempo di permanenza su una determinata pagina, dispositivi utilizzati, monitoraggio attivo delle varie metriche, stima precisa delle pagine più performanti, analisi delle criticità riscontrate e degli aspetti migliorabili, sono solo alcuni dei fattori presi in considerazione da Google Analytics che si conferma essere quindi uno degli strumenti SEO più affidabili e preziosi.

Semrush

Semrush è un tool di analisi SEO del tutto gratuito, una delle soluzioni più apprezzate dagli utenti nonché una delle prime alternative a Google Analytics sia in termini di usabilità operativa sia di completezza e versatilità funzionale.

Una delle sue funzionalità più peculiari è quella denominata Dominio vs Dominio, mediante cui analizzare i siti web dei competitor al fine di individuare una propria nicchia di destinazione e conseguentemente incrementare il traffico e la viralità stessa del sito.

Interessante in tal senso anche la funzione che consente di monitorare attivamente l’andamento di traffico degli ultimi 12 mesi di una determinata keyword al fine di indicizzare e posizionare meglio il proprio sito.

Infine, degno di nota risulta essere lo strumento On-page SEO Chercker tramite cui accertarsi di tutte le classifiche e le analisi riguardanti il proprio sito web, come quelle relativo al traffico e alle visualizzazioni, e al contempo individuare gli aspetti migliorabili così da spiccare sui numerosi competitor.

In generale si sta parlando di uno degli strumenti di analisi SEO più completi e funzionali presenti sul mercato. Il fatto poi che sia totalmente gratuito rappresenta un vantaggio non da poco considerando la grande varietà di funzioni offerte.

SEO Zoom

SEO Zoom è l’esempio più lampante di strumento per analizzare la SEO di un sito web in grado di coniugare alla perfezione ricchezza di funzioni e potenza operativa.

Parliamo, infatti, di un tool tra i più apprezzati dai SEO specialist poiché consente di effettuare delle analisi molto approfondite mediante cui monitorare sia le performance del proprio sito sia quelle dei competitor.

Da un punto di vista delle funzioni di base, infatti, SEO Zoom può considerarsi come una delle prime alternative al già citato tool Semrush, tuttavia a differenza di quest’ultimo può vantare un database proprietario di keyword italiane a cui attingere per individuare in ogni occasione la parola chiave che possa fare al caso proprio.

La sua interfaccia è estremamente chiara, così come l’esecuzione delle funzioni di base. Discorso differente, invece, per le funzioni più avanzate che, come si può facilmente intuire, richiedono una certa dimestichezza e conoscenza del settore e comunque sia sono per lo più appannaggio di SEO specialist o comunque sia utenti avanzati.

Più che un tool è più corretto definirlo come una suite completa, una SEO suite, che è possibile sfruttare in versione gratuita se ci si vuole accontentare delle funzioni basiche o in modalità sottoscrizione di un abbonamento laddove si abbia bisogno di servirsi di funzioni più settoriali.

Consulenza SEO, cos’è e a chi rivolgersi per ottenere risultati

SEO, una descrizione generale

Col termine SEO (search engine optimization) si indicano tutte quelle operazioni che vengono svolte da un professionista del web per ottimizzare la ricerca di un sito o di un blog. Attraverso di esse il contenuto viene quindi indicizzato e posizionato nei primi posti dai motori di ricerca (ovvero nelle SERP, gli elenchi risultanti dalle ricerche su Google).

Tutte le tecniche SEO servono ad aumentare il volume di traffico nel sito attraverso il ranking. Più si è posizionati in alto nel motore di ricerca (si appare nella prima pagina), più sarà facile venire cliccati.

L'attività SEO può essere svolta on page, cioè direttamente sul contenuto della pagina web, con tag e keywords appropriate che devono essere sempre originali e mai copiate, oppure off page. L'attività SEO off page riguarda la gestione di tutti gli elementi esterni al sito, come ad esempio la generazione di link diretti da altre pagine. In particolare il SEO off page mira a creare link in entrata da fonti autorevoli, rendendo i contenuti più attraenti anche per i siti di settore.

A cosa serve l'attività SEO

Chi cerca qualcosa su Internet, generalmente si serve di Google. Non essere indicizzati sul principale motore di ricerca significa non esistere, al giorno d'oggi.
Un sito però ha bisogno anche di un'architettura stabile, che oltre a seguire le linee guida di Google, sia progettato in modo da garantire la massima visibilità. Tutto questo è possibile solo grazie a un buon lavoro SEO.

Nel caso di siti e-commerce, l'attività SEO serve a gestire la catalogazione della merce e promuoverla con advertising ad hoc posizionato in modo da risultare allettante, per far sì che le visite diventino vendite.
SEO significa anche riuscire a fare brand awareness e migliorare la reputazione di un marchio o di un sito attraverso strategie precise che ne accrescono il valore e ne consolidino la presenza sul web.

Chi è il consulente SEO e perchè rivolgersi a un esperto SEO

É chiaro che svolgere da soli tutta l'attività SEO è impensabile se non si ha una certa padronanza degli strumenti informatici essenziali per farlo.
Basti pensare che molta dell'attività SEO si occupa della struttura interna del sito, cioè dell'ossatura stessa delle pagine, per cui è necessario avere un minimo di dimestichezza con la programmazione e la manipolazione dei codici sorgente.
Per questo motivo è bene affidarsi ad un esperto competente in grado di erogare un servizio di consulenza SEO realmente efficace e utile per il cliente.

Il consulente SEO è una figura professionale che non solo si occupa della gestione delle pagine per l'indicizzazione, ma elabora una strategia a lungo termine per far sì che il sito sia sempre posizionato nel migliore dei modi.
Un buon lavoro SEO infatti deve essere continuativo, e un esperto saprà come aggiornare le pagine in modo che il sito sia sempre posizionato nelle SERP, permettendo ai potenziali clienti e lettori di trovarlo subito, appena ne hanno bisogno.
Una parte dell'attività SEO è dedicata al puro copywriting (SEO copywriting), cioè la creazione di contenuti aggiornati, accattivanti, che siano utili e rilevanti per l'utente.

Essere ai primi posti è quindi un modo indiretto di aumentare la Brand reputation e acquisire sempre più valore, incrementando la fetta di utilizzatori (e magari avere anche il tanto agognato traffico di ritorno).
Fare web marketing senza SEO è quindi impossibile, le due cose sono strettamente connesse e solamente una persona competente è in grado di farlo nel modo giusto.